Pensi che un professionista ti costi troppo? Non sai ancora quanto ti costerà un dilettante!

Pensi che un professionista ti costi troppo? Non sai ancora quanto ti costerà un dilettante!

di Nicola Ciciarello

Vuoi installare un sistema di sicurezza o vuoi rifare l’ impianto  elettrico o domotico di casa tua? Hai una buona dimestichezza con le attrezzature da lavoro e adori il fai da te?

Dopo giorni di navigazione su internet per capire quale sia la centrale migliore e quali siano i dispositivi da utilizzare arriva il momento tanto atteso, ora sei pronto per installare, configurare e mettere in funzione il tuo nuovissimo sistema di allarme o di domotica ma puoi fare tu il lavoro?

Va bene, ok, lo vuoi fare perché ti da soddisfazione, perché risparmi, un professionista chiede un sacco di soldi ecc… 

Ma andiamo per gradi.

Innanzi tutto devi mettere in conto le responsabilità che hai verso chi userà quell’impianto, si perché oltre a non avere i requisiti imposti dalla legge per realizzare tali impianti, hai però il peso della responsabilità… Avrai di certo visto o sentito,  servizi su persone che hanno subito gravi danni da folgorazione o che addirittura sono  morte su un impianto elettrico che non avrebbe dovuto essere messo in funzione in quanto privo delle adeguate protezioni ma finché si tratta di casa tua ok ma attenzione a fare favori ai parenti e amici, figuriamoci farlo a nero per arrotondare (qui dovremmo aprire il capitolo riguardante gli oneri previdenziali ed assicurativi ma proseguiamo).

Tu però sei certo di non incorrere in errori banali, lo stai facendo a casa tua e vuoi quindi proseguire l’avventura e risparmiare un sacco di soldi, vediamo come.

Di sicuro non conosci a fondo l’argomento, quindi consapevole che su internet al giorno d’oggi si possa trovare tutto scrivi sui vari forum, nei gruppi Facebook, o chiedendo a qualche tuo cugino, come poter fare questa o quella cosa. Le prime difficoltà che noterai, saranno le risposte vaghe, varie e contrastanti. Ma andiamo avanti, hai superato quest’ulteriore ostacolo, ed inizi ad installare l’impianto, acquisterai quindi i materiali necessari da un negozio di zona e/o ancora peggio online – ricorda che se non funziona qualche cosa per errata installazione, sarà difficile attribuire il problema ad un difetto di fabbrica e ad ogni modo, passerà del tempo prima della sostituzione – per montare il tutto in alcuni casi servono attrezzi ed accessori, che necessariamente dovrai comprare, come anche cavi da passare, questo ti comporterà a ritrovarti prodotti in avanzo in cantina, in soffitta o in giro per casa che non sai dove conservare, dunque o butti il tutto o riservi un qualche angolino (se sei single va bene, ma se hai qualcun altro al tuo fianco, non sai quante volte ti rinfaccerà quell’angolo sprecato)… Ma questa è un’altra storia…

Dopo aver montato tutto devi programmare, e non ti nascondo che passerai, giornate, nottate forse in giro per internet, per capire, trovare una qualche soluzione, o dover cambiare il tutto perché hai capito che hai fatto una errata installazione…  dunque tempo, tempo, tempo e ancora tempo sprecato… che si traduce inevitabilmente in soldi e stress che avresti potuto risparmiare.

Vabbè dai…alla fine sei stato comunque bravo… hai installato e programmato il tutto, e tutto funziona, complimenti, nonostante le occhiaie per il sonno perso e qualche capello in meno per lo stress, con lo stupore di parenti e amici ma soprattutto tuo… FUNZIONA!!!

Evviva…

Aspetta, sicuro di non aver trascurato nulla? La sicurezza, ad esempio.

La sicurezza fisica! 

Che funzioni va bene ma normalmente il professionista che si occupa di sicurezza ha buona conoscenza del funzionamento delle tecnologie e sa come applicarle, è a conoscenza anche dei metodi di frode usati dai ladri, eh si perché anche i ladri sanno usare internet, si intrufolano nei forum, nei gruppi e hanno a disposizione tutta la tecnologia di cui disponi tu (forse anche di più) ma soprattutto un professionista esegue preventivamente l’analisi dei rischi necessaria per avere contezza delle apparecchiature da installare e dove installarle per raggiungere il livello di sicurezza necessario, senza dimenticare che ogni impianto è soggetto a dichiarazione di conformità DM 37/08

La sicurezza informatica!  Perplesso?

Hai sicuramente collegato i vari dispositivi al wifi di casa, connessi a chissà quale cloud magari tramite procedura semplificata WPS, e lo hai fatto con leggerezza, perché tanto come hai installato l’app la lampadina della cucina l’accendevi.. bene ma con tale semplicità sappi che possono entrarti in rete, e qui pensi, mica sono una banca! Sei di più perché non hai le protezioni informatiche di una banca, quindi i tuoi dati sono maggiormente esposti… ti invito a leggere questo articolo dedicato (link)

Ma fermo il problema non si ferma qua… e domani?

Si, domani quando dovrai riprogrammare qualcosa, o cambiare una configurazione, sostituire un pezzo difettoso, ti sarai dimenticato il tutto, e quindi dovrai ripartire di nuovo da zero o quasi, per non parlare se devi vendere o affittare casa serviranno tutte le dichiarazioni, che ovviamente non avrai…

Complimenti il tuo risparmio è stato si di qualche centinaio di euro… ma hai considerato tutti i contro??

Nicola Ciciarello
SDT impianti

 

Condividi questo contenuto
Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.