Switch OFF 3G - cosa succederà ai nostri impianti di allarme

Switch OFF 3G - cosa succederà ai nostri impianti di allarme

“In conformità alle indicazioni fornite dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, a partire dal 13 giugno 2022 la rete 3G sarà progressivamente disasttivata”

Con questo comunicato TIM procederà alla dismissione totale della tecnologia 3G per consentire maggiori investimenti sulle più nuove e performanti reti 4G e 5G

Per dovere di cronaca va detto che TIM non sarà il solo gestore a disattivare questo tipo di rete, infatti l’operazione coinvolgerà anche Vodafone, Wind e tutti gli operatori e relativi virtuali che ne utilizzano le reti.

Ma se per i telefoni cellulari di ultima generazione, lo switch off non rappresenta un problema, cosa succederà nei nostri impianti di allarme?

Dipende ma da che cosa?

Verso il VoLTE

Può sembrare un paradosso ma mentre viene spento il 3G a favore delle 4G e 5G rimarrà funzionante ancora per lungo tempo il buon vecchio 2G

Se la nostra centrale ha un modulo 3G e il segnale non c’è più, alla centrale non resta altro che connettersi su una eventuale rete 2G.
Se nemmeno il 2G è disponibile perché casomai lì non prende, è inevitabile che poi resti senza connessione dati.
 
Potrebbe anche essere un problema di rinnovo del piano tariffario, in quel caso ce ne dovremmo accorgere subito.
 
La soluzione potrebbe essere quella di far verificare dall’installatore di fiducia se l’impianto supporta un upgrade con tecnologia 4G, oppure sfruttare la rete LAN per la connessione dati.
 
Come faccio a sapere se la mia centrale riceve in 2G?
 
La domanda sembra banale ma nel 90% dei casi siamo portati a guardare il livello di segnale del nostro smartphone che però come detto in precedenza riceve anche il segnale 4G/5G pertanto l’indicazione del livello di segnale (tacche) risulterà falsata ai fini della nostra verifica. Volendo quindi fare una prova reale,dovremo forzare il nostro cellulare alla ricezione del solo 2G dalle impostazioni del device. Quello visualizzato ora sarà l’effettivo segnale 2G
 
Allo stato attuale quindi se la nostra centrale è dotata di modulo 2G/3G dovremo fare affidamento al 2G, in attesa magari di un upgrade da parte del costruttore che ci permetta di passare al 4G e magari anche di poter sfruttare il servizio VoLTE (Voice over LTE) se la centrale necessita di fare chiamate vocali.
 
 
Condividi questo contenuto
Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.